Overblog Suivre ce blog
Editer la page Administration Créer mon blog
/ / /

CLICANOO. COM | Pubblicato il 27 ottobre 2007

 

"l'alternanza non è una modalità secondaria d'organizzazione della residenza del figlio di genitori separati, bensì la soluzione di principio, che va privilegiata".  È Yola Minatchy, della Riunione, avvocato specializzata in diritto europeo, che lo afferma.  Cita l'esempio della Svezia dove la guardia alternata ormai è generalizzata : "Le statistiche mostrano risultati veramente positivi :" meno conflitti parentali, abbassamento del sovraccarico dei tribunali (economia di procedura), molto meno bambini perturbati."  Occorre dire che il 60% delle coppie svedesi divorziano dopo un matrimonio, contro il 40% in Francia.  Anche in caso di scelte educative divergenti (in questo caso, delle religioni diverse), la Corte europea dei diritti dell'uomo sottolinea la necessità per i bambini"di conservare un'immagine del proprio padre sufficiente in quanto educatore, e che le scelte educative del padre siano prese in conto quanto quelle della madre" (decisione del 3 novembre 2005 contro la Francia).  L’Avv. Minatchy si vuole ottimista : "Che i papà che hanno la forza di battersi non disperino."  Questo tipo d'affare, respinto in Francia, può giungere normalmente dinanzi alla Corte europea dei Diritti dell'Uomo, essendovi il principio della bi-genitorialità dedicato per rispondere ai bisogni del bambino. ""  Inconveniente principale : la procedura è lunga."ma non occorre esitare ad introdurre questa procedura per bambini ancora in età molto bassa."

 

___________________________________________________________________

Altrove in Europa

La Svezia ha praticato durante 20 anni la guardia alternata, prima di instaurare nel 2000 la residenza alternata come riferimento legale in caso di separazione genitoriale.  Il sistema ormai vi è generalizzato.  In Germania, l'alternanza è praticata dal giudice Rudolph (molto mediatizzato) : chiede ai genitori di preservare lo stesso sistema esistente prima della separazione e, in mancanza d'accordo, lo impone.  In Italia, legge del 24 gennaio 2006 : residenza alternata come soluzione di base ; il giudice deve eventualmente dimostrare che uno dei genitori non è in grado di ospitare il bambino.  In Belgio, legge dell'8 giugno 2006 : alloggio egualitario tra i genitori.  Qui, i giudici optano in modo prioritario per la guardia alternata (una settimana su due).  L'Irlanda è il paese europeo più reticente alla residenza alternata.  I papà si organizzano per militare per l'"uguaglianza genitoriale". (Grazie all’Avv. Yola Minatchy)

___________________________________________________________________

La cacofonia delle pensioni alimentari

Alcuni padri sono accusati di chiedere la residenza alternata solo per sfuggire al pagamento degli alimenti.  Sarà perché non hanno un altro mezzo per discuterne ?  Quello che viene fuori dalle varie testimonianze è una cacofonia immensa.  Così, la madre di Emma si ricorda di avere pagato gli alimenti al suo ex-compagno, mentre guadagnava all'epoca meno di lui.  Da parte sua, Jacques Loupy preferirebbe spendere il suo denaro per vedere più spesso sua figlia.  Attualmente, paga gli alimenti alla madre, e vede con tristezza molto denaro andare in  fumo per delle procedure giudiziarie.  Il principio della pensione alimentare, instaurato quando pochissime donne guadagnavano da vivere, non è né contestato né discutibile.  Ma la società si è evoluta.  Sempre più madri si guadagnano da vivere come i padri.  E soprattutto, nulla è stereotipato : si perde la propria occupazione, ci si indebita, ci si ritrova coperto di debiti, si trova un'occupazione precaria... Evidentemente, i giudizi si adattano troppo lentamente a queste modifiche familiari.

 

 

 

Partager cette page

Repost 0
Published by

Présentation

  • : Le blog de la Vie de Pères
  • Le blog de la Vie de Pères
  • : Droit fondamental des parents, des enfants, à un logement suffisant, à la dignité humaine…
  • Contact

Texte Libre

Recherche

Archives